Tutti gli articoli di bracitalia

Un nuovo Team brac dalla Puglia

Una bella notizia per tutti noi in questi momenti di …”stasi forzata”.

A riprova che la passione per la nostra bella disciplina non è stata minimamente intaccata dall’attuale situazione di emergenza sanitaria, vi informo che sta per arrivare tra noi una nuova compagine di tiratori dalla terra di Puglia.

Un team di appassionati, che sta allestendo un proprio campo di tiro nell’area di Bari, sarà presto operativo e parteciperà assieme a noi al progetto del Polo BRAC.

Gli inizi sono sempre piuttosto difficili ma Nicola Di Terlizzi, l’elemento trainante del Gruppo, si sta  adoperando per accorciare, quanto più possibile, i tempi di realizzazione della struttura di tiro che permetterà ai suoi tiratori di partire quanto prima a pieno ritmo.

Confidiamo tutti che le attuali restrizioni, stabilite dal Governo in merito alla ripresa delle attività sportive, si allentino ulteriormente per permetterci di riaprire i nostri campi e riprendere le nostre attività ferme ormai dallo scorso Febbraio.

Nel frattempo il nostro migliore messaggio di “benvenuto” a Giuseppe ed a tutti i componenti della sua nuova associazione di tiro.

Protocollo applicativo LIBERTAS – Attivita’ sportive- fase 2 COVID 19

E’ stato diramato ufficialmente Il Protocollo applicativo del Centro Nazionale Sportivo Libertas.

Il documento è predisposto in coerenza con la normativa prevista dal DPCM del 17 maggio 2020, in conformità con le “Linee-Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, pubblicate il 20 maggio 2020, che integrano le misure già predisposte dall’Ufficio per lo Sport il 3 maggio 2020.

Come potrete notare tutti, per il periodo di 2^ Fase, “tutto è cambiato, ma …niente è cambiato”, come avevo asserito nel mio precedente articolo.

Il Protocollo applicativo Libertas, emesso in data odierna, ricalca alla lettera tutte le prescrizioni che avevo introdotto nel Protocollo attuativo di BRAC Italia, redatto in linea con le misure predisposte dall’Ufficio per lo Sport lo scorso 3 Maggio e pubblicato sul portale.

Permane, sempre e comunque, il grosso rischio, in termini giudiziari, per la Presidenza delle Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Per riprendere con un minimo di serenità le nostre attività di istituto, dovremo, pertanto, attendere che gli Enti preposti rivedano le responsabilità di coinvolgimento attualmente attribuite ai Presidenti delle ASD.

Il Presidente, infatti, pur agendo nella piena applicabilità dei protocolli di sicurezza (Libertas o BRAC Italia ), in caso di contagio di proprio un associato, anche non necessariamente derivato da esclusivi contatti all’interno del sodalizio, viene coinvolto giudiziariamente in termini penali.

Il TSN di Bergamo ha riaperto e……….

DA MICHELE GALATI ===>

Good morning mondo
Dopo 77 giorni di prigionia psicologica e fisica, oggi 23 maggio 2020, approfittando della riapertura del TSN di Bergamo, nonostante affermassi con convinzione che in questo periodo il tiro non era una mia priorità, alle 9,00, mai successo🤪, ero davanti alla porta dello stand delle linee di Bench Rest.
Preparato il tutto, cercando di ritrovare tutte le gestualità preparatorie, allineamento pupilla-ottica-bersaglio, respiro, tempi di sgancio, mi appresto a fare il primo cartello in LVAir 16j con la mia principessa Walther lg300
Il risultato è oltre ogni più rosea aspettativa
249,16
Il secondo 250,12
Ed il terzo 248,15

A seguire la regina Fwb P70 Hva 20j, e come tutte le regine è capricciosa, bisogna tornare a farle capire chi detta le regole🤪🤪
Primo cartello 248,10
Secondo 250,14
Terzo 249,12

Evvai, io felice…

ATTENZIONE gli indirizzi e Mail di BRAC Italia sono cambiati….

Negli ultimi periodi Google, considerato il più utilizzato motore di ricerca al mondo,  è sempre più invasivoed utilizza il log-in alle sue pagine (in sostanza lo stesso utilizzato per il suo servizio e-mail) per raccogliere informazioni di tendenza dell’utente, oltre che costringerlo, ad ogni e mail inviata, a loggarsi sul suo motore con l’account da utilizzare.

Se debbo fare una comunicazione per e mail ai Coordinatori Locali (bracitalia.coordinamento@gmail.com) , oppure ai miei tiratori di Roma (bracitaliaroma@gmail.com), sono costretto prima ad effettuare il log-in sul motore di Google con il rispettivo indirizzo e mail. 

Va valutata, inoltre, la palese “violazione di privacy” che esercita con il tracciamento degli spostamenti effettuati, tutti ben documentati in retese l’account che si utilizza è attivato anche su dispositivi mobili.

Inoltre, importa, nel proprio database di tutti gli indirizzi di posta delle rubriche presenti nel computer utilizzato.     A riprova di questo, cancellando i tre account di BRAC Italia (…@gmail.com) che avevo istituito su Google, automaticamente sono scomparsi dalle mie rubriche (che poco c’entrano con Google) tutti gli indirizzi e le mailing list che vi erano contenuti ( e la mia rubrica era uno strumento di IMAC non di Google). 

BRAC Italia dispone di un proprio spazio nel web, ha infatti un proprio dominio all’interno di Aruba, servizio che pagato regolarmente. Con l’attuale contratto, Aruba consente di poter realizzare fino a 5 caselle di posta al suo interno. Unico limite è rappresentato dalla parte finale dell’indirizzo che deve necessariamente ricalcare il nome del dominio stesso.   airbenchrest-italy.org

Ho provveduto a spostare le nostre comunicazioni per e-mail da Google ad Aruba, pertanto, a partire dalla data odierna i nuovi indirizzi di BRAC  Italia cambiano come segue:

BRAC Italia Nazionale:        bracitalianazionale@airbenchrest-italy.org

BRAC Italia Coodinatori Locali:   bracitalia.coordinatori@airbenchrest-italy.org

INFO BRAC Italia:            info@airbenchrest-italy.org

Una festa per lo sport – COVID 19 fase due Tutto cambia ma ……niente cambia

Sono state emesse e pubblicate le …”nuove” linee guida che riguardano la ripresa delle attività sportive.

Se qualcuno (anche se credo molto pochi) si sforzerà a scaricare il documento e soprattutto a leggerlo, potrà constatare che dalla sua precedente versione non è cambiata una virgola.

A proposito, date un’occhiata all’allegato finale…. Adesso si che si va verso le semplificazioni…

Lo sport affronterà la tanto attesa Fase 2 con le stesse regole e restrizioni della Fase 1.

Protocolli attuativi a parte, credo che, per riaprire i nostri campi di tiro, dovremo aspettare la fine delle vacanze, se mai qualcuno riuscirà a farsele, e sempre se qualche “esperto del settore” ci consentirà di farlo senza rischiare una condanna per …”epidemia colposa” .