TSN PONTEDERA 20 GIUGNO 2021 – LA FINALE DEL CAMPIONATO NAZIONALE DI BRAC ITALIA

DA MARCO GONELLA ===>

Mi dispiace per tutti coloro che si soffermeranno a scorrere questo non proprio breve inciso ma sento personalmente la necessità di ripercorrere tutte le vicende che mi hanno consentito di arrivare al 20 Giugno 2021, provato ma soddisfatto dei risultati ottenuti.

Settembre 2020… la situazione pandemica, che ci aveva relegati in casa si dall’inizio dell’anno e che sembrava avesse allentato la morsa per i primi mesi dell’estate, si ripresenta in tutti i suoi aspetti più negativi. Si susseguono una serie di provvedimenti governativi che tornano ad imporre restrizioni anti contagio ai fini della sicurezza. Tutta l’Italia si riferma e il mondo dello sport non fa eccezione.
Cosa fare quest’anno della nostra classica gara di circuito, considerato oltretutto che proprio per la complessa e pericolosa situazione determinata dal COVID 19, la precedente edizione 2019/2020 non si è potuto portarla a termine?

Dopo averci riflettuto per quasi un mese, forte delle decisioni prese dall’Ufficio dello Sport del Governo in coordinamento con il CONI e della pubblicazione di una serie di Protocolli Attuativi che, se posti rigidamente in atto, avrebbero consentito lo svolgimento di particolari competizioni sportive riconosciute dalle Istituzioni come “di preminente interesse Nazionale”, ho deciso di tentare ugualmente, fidando sulla possibilità che in qualche modo sarei riuscito ad organizzare il nostro Campionato ed a portarlo a termine… E’ iniziata una vera e propria battaglia a suon di documenti, riunioni, e.mail ma, alla fine, determinazione ed ostinatezza hanno avuto la meglio e sono riuscito nel mio intento.

Pensateci per un momento, il nostro Campionato, organizzato da BRAC italia, alla stessa stregua del Campionato di ..Calcio, organizzato dalla FIGC !! Un bel risultato se consideriamo che BRAC Italia è soltanto un’Associazione Sportiva Dilettantistica e la disciplina che pratica non attira certo milioni di appassionati spettatori.

Stabilito un Protocollo Applicativo per BRAC Italia, tagliato su misura sulle caratteristiche della competizione, ho provveduto a predisporre il bando di gara ed a divulgarlo assieme ad una serie di documenti che avrebbero consentito, a tutte le realtà locali che si fossero iscritte alla gara, di poter organizzare, presso i loro poligoni, le consuete sessioni Postal di qualificazione.
Con mia grande sorpresa, sono arrivate le prime iscrizioni che, in breve tempo, sono cresciute di numero sino ad arrivare a 135 concorrenti.
Una gran differenza rispetto ai 210 iscritti della precedente edizione, comunque più che indicativa, per me, circa l’interesse ancora suscitato nei tiratori e, di conseguenza, lo stato di … ”salute” della competizione.

La fase Postal del Campionato, proprio a causa delle tante restrizioni, ai fini della sicurezza, in atto su tutto il territorio Nazionale, si è prolungata sino a quasi tutto lo scorso mese ma alla fine, il 31 Maggio 2021, sono riuscito a pubblicare le graduatorie di accesso alla finale di Campionato, dopo averne stabilito data e località, fissate entrambe per il giorno 20 Giugno 2021 presso l’ormai storica sede delle nostre finali, il TSN di Pontedera.
Vero che dei 135 concorrenti iscritti si è potuto contare sulla presenza di soli 55 tiratori, ma altrettanto vero che, nonostante tutte le restrizioni determinate dal Protocollo Applicativo di BRAC Italia in ragione di presidi di sicurezza, distanziamenti interpersonali, precauzioni anti contagio e quant’altro, la finale del Campionato Nazionale BRAC Italia LIBERTAS 2020/2021 si è rivelata uno splendido evento agonistico, impegnativo, divertente alla stessa stregua di tutti quelli che lo hanno preceduto.

Come sempre, ho organizzato la classica cena di benvenuto che, in tutte le sue edizioni, ha sempre preceduto ed in un certo senso avviato la competizione. Non poteva certo mancare. Molte presenze ormai consolidate nel tempo ma anche molti nuovi partecipanti che hanno così avuto modo di conoscersi tra loro in grande allegria prima di confrontarsi sportivamente ai tavoli di tiro.

L’attesa dell’agognato pasto è stata magari un po’ più lunga del solito, data l’avanzata stagione che ha visto il Circolo del Centro Sportivo Bellaria di Pontedera che ci ospita da qualche tempo, molto più affollato del solito. Quando però sono comparse le prime fiamminghe di “Boscaiola alla Toscana” seguite da quelle ricolme di “tagliata di Cinta Senese”, entrambe le pietanze in quantità industriale, ogni dubbio circa la qualità e l’efficienza, sia della cucina che del cuoco del locale, è stato debellato completamente dai commensali a colpi di …”forchette”.

Questa edizione della finale di Campionato, sappiamo essersi presentata molto più complessa delle precedenti. Innanzitutto i tempi stabiliti per le sessioni di tiro, tutte concentrate in un’unica giornata per ridurre al minimo l’impegno di spesa per la trasferta gravante sui partecipanti. L’attuale momento economico per tutti non è proprio dei migliori. Sarei riuscito a portare a termine, nell’arco di una sola giornata, tutte le 14 sessioni di tiro per le 7 categorie in gara?
Un bel dubbio che mi ha assillato per tutta la durata dell’evento, sino a quando non sono stati pubblicati, in perfetto orario, i risultati finali e si è successivamente proceduto alle tanto attese premiazioni.
Per rispettare tali tempi, è stato necessario allestire di tutto punto il poligono a partire dal pomeriggio precedente alla gara.
Così, nel pomeriggio di Sabato 19, un certo numero di tiratori, sia del mio Team Romano che di quello di Desio, assieme a me si sono adoperati nella sistemazione di tutto il necessario, a partire dai cartelli e dai presidi di sicurezza, sino al montaggio dei poli/onda sui porta/bersagli ed alla sistemazione dei segnavento.

Ed eccola finalmente la giornata del più importante evento di BRAC Italia…!!

 Alle 07,30 partono le prove cronografiche mentre vengono piazzati i bersagli della prima categoria in gara, la Diopter. Parallelamente, presso una postazione opportunamente allestita all’aperto, si procede con la registrazione dei partecipanti e la compilazione dei documenti prescritti dai protocolli di sicurezza governativi.
Fortunatamente arriva in orario anche la “colazione” che ho predisposto. La pasticceria “Di Gusto” di Pontedera ci conforta con qualche vassoio di ottime brioches assortite e bibite varie, a disposizione dei convenuti che ne approfittano con grande piacere.

Il vento, elemento dominante del poligono di Pontedera, sembra essersi dimenticato per una volta di BRAC italia. Spirerà leggero, sempre maligno com’è il suo solito tra le colonne del poligono, ma mai a livelli incontrollabili come è accaduto per tutte le trascorse edizioni del Campionato.
Di contro, l’aria fresca primaverile che si respirava gli anni passati è stata sostituita da una cappa afosa di calura estiva che, nelle ore centrali della giornata. ha visto la temperatura nello stand che ospitava le nostre linee, superare i 32°. Situazione non certo piacevole per chi doveva sedersi ai tavoli di tiro. Spiacevole ma non tale da scoraggiarli e distoglierli diminuendone la seria concentrazione.

Alle 08,30 parte il primo relay della categoria Sporter, si respira, oltre al caldo (siamo già a 28°) una bella atmosfera di tensione che si allenta mano mano che i primi tiri colpiscono i bersagli. Poi tutti prendono il ritmo giusto e proseguono concentratissimi nel più assoluto silenzio. Termina il relay di apertura. Giusto il tempo di sostituire i cartelli ed i concorrenti, rimasti seduti sulle linee assegnate, riprendono a tirare e concludono anche il secondo….
Per questa edizione infatti, proprio per tenere fede ai criteri di sicurezza imposti per fronteggiare la pandemia, contrariamente a quanto stabilito dal regolamento di gara, i tiratori producono i propri bersagli in sequenza dalla stessa postazione loro assegnata. Meno movimenti all’interno dello stand che ospita le linee di tiro, meno rischi per chi vi sosta.
Le linee vengono liberate e si procede a sanificare i tavoli di tiro prima che i concorrenti della categoria successiva vi prendano posto.
Il ritmo prende una cadenza regolare e le sessioni di tiro si susseguono puntualmente nel massimo ordine.

La postazione utilizzata per le registrazioni si trasforma nell’inviolabile spazio a disposizione dei due membri della Commissione punteggi che iniziano il loro impegnativo lavoro con la massima attenzione e responsabilità. C’è da far rimarcare che i due incaricati, Antonella De Santo ed Enrico Bove hanno portato a termine il loro lavoro con grande serietà ed impegno consentendo ai concorrenti di prendere visione dei risultati ottenuti quasi in tempo reale. Se si eccettuano un paio di errori sul totale dei 180 bersagli punteggiati, tra l’altro prontamente rivisitati, potrete comprendere quale sia stato il loro impegno. Hanno lasciato il tavolo dei punteggi soltanto per sedersi a quello di tiro quando chiamati a produrre i loro bersagli. A loro vanno i più sentiti ringraziamenti da parte di BRAC Italia.

Considerati gli esigui margini che i tempi di gara consentivano ai concorrenti, ho pensato di organizzare qualcosa per permettergli di consumare un boccone, così, poco prima dell’orario canonico per classico pranzo italiano, si sono aperti i cancelli del TSN ed un furgone, ben attrezzato per lo “street Food”, è venuto a parcheggiare al suo interno.Iniziativa premiata da un ottimo successo. Hamburger salsicce, porchetta e Lampredotto, quest’ultima anche se meno nota una vera leccornia Toscana, sono stati decisamente apprezzati da tutti.

I risultati, pubblicati mentre la gara procedeva volgendo al termine, davano già consapevolezza di come sarebbero stati composti i podi, pertanto poche sorprese quando, puntualmente, alle 16,15 sono state stampate ed affisse le classifiche della finale per le 7 categorie procedendo, subito dopo, proceduto all’attesa quanto divertente cerimonia delle premiazioni.
Alessandro Matteoli gran tiratore di A.C. organizzatore e indiscusso, solido riferimento della nostra finale di Campionato, in rappresentanza del TSN di Pontedera, ha proceduto all’assegnazione dei trofei ai campioni Nazionali delle varie specialità in gara premiando altresì il miglior bersaglio ottenuto per ogni categoria tra gli applausi, le risate generali e gli immancabili sfottò tra i partecipanti, consuetudine quest’ultima immancabile per momenti come questi in cui, allentatasi completamente la tensione provocata dalla gara, la serietà di tutti si trasforma in sana, goliardica allegria. Ottima occasione per dare tutti assieme un caldo benvenuto ed i nostri complimenti al Team di Airking, un’ASD Abruzzese, fondata a fine 2020 dal suo leader Giuseppe Persichitti che, anche se alle prime esperienze con il tiro con l’Aria Compressa, non ha avuto timore di confrontarsi con le molte vecchie volpi del BRAC presenti a Pontedera. Anzi, uno dei suoi tiratori, Pietro Sora, ha ben figurato nella classifica della categoria Springer conquistando un bel quinto posto, con soli tre punti di scarto rispetto al terzo podio.

Proprio niente male come esordio!!

Posso senz’altro affermare che anche questa finale di Campionato per impegno, sportività e divertimento, può degnamente collocarsi tra le tante nostre precedenti finali, nonostante tutti gli impedimenti e le problematiche del particolare momento che hanno seriamente complicato tutta la sua gestione sin dall’inizio.
Ringrazio tutti i partecipanti che hanno dimostrato grande correttezza nel rispetto delle regole imposte dalla situazione pandemica che, seppure in parte allentata, è sempre presente ed estremamente pericolosa.
Ringrazio, più particolarmente, alcuni tiratori di BRAC Italia Roma e qualche rappresentante del Team di DAC Desio che hanno dato un gran contributo allo svolgimento dell’evento, curando per quasi l’80% le operazioni di allestimento del campo, i servizi ausiliari quali il controllo della parte amministrativa, la punteggiatura, la sostituzione dei bersagli, ed il recupero della maggior parte delle attrezzature necessarie allo svolgimento della gara.

Mi corre l’obbligo, inoltre, di ringraziare in modo particolare Antonella De santo, Giorgio Servizio, Edmondo Pasquini Enrico e Davide Bove, senza il contributo dei quali sarebbe stato impossibile per me far fronte a tutte le esigenze necessarie per la buona riuscita dell’evento.
E’ sempre spiacevole, in momenti di comune interesse ed uguali intenti, che dovrebbero essere caratterizzati da una viva partecipazione, prendere atto della scarsa collaborazione da parte di alcuni. La giornata comunque non ne ha risentito, il concreto aiuto fornito da quei pochi sempre pronti a dare piena disponibilità del loro tempo si è rivelato elemento determinante per la splendida riuscita del particolare momento sportivo trascorso.

Di seguito, una serie di immagini dei podi delle 7 categorie in gara. Le graduatorie finali del Campionato sono pubblicate nell’apposito spazio dedicato al campionato Nazionale di quest’anno, contenuto nel menù, posto alla sinistra dello schermo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...