E NONOSTANTE IL MOMENTO NON SIAMO POCHI…

DA MARCO GONELLA ======>

Come è noto, purtroppo, il ripresentarsi della pandemia a livello mondiale e le derivanti misure di contenimento hanno dato il colpo di grazia al nostro già sofferente modello di vita.  Si sono fermate tutte le attività non essenziali e lo sport non ha fatto certamente eccezione.

Seppure con grande cautela ed una consistente dose di buon senso, si deve necessariamente credere in un ritorno alla normalità.  Non immediata, certo, non mancano grandi problemi ad ostacolare questa faticosa risalita. Tra i tanti, la sospensione del regolare ritmo di vita esterna che ha ingenerato, oltre alle grandi difficoltà economiche di cui tutti si è coscienti, uno stato di complessa inquietudine universale difficile da debellare e, contro la quale, unica possibile difesa è l’individuazione di adeguate strategie di supporto alla società, soprattutto sotto il profilo psicologico. Mai, pertanto, come in questo momento la ripresa delle attività sportive ci viene in aiuto assumendo un ruolo basilare per la nostra collettività. 

Il ritorno all’aria aperta, un’occasione di svago e deconcentrazione, la ripresa delle attività anche ludiche, l’incontro, seppure in sicurezza, tra individui che condividono interessi e passioni comuni, rappresentano senza dubbio, la miglior terapia per contrastare questa particolare situazione di disagio

Un’Italia differentemente …”colorata” ha visto, oltre a molteplici attività commerciali, nel nostro specifico caso impianti di tiro chiusi, cosi come diversi TSN. Molti “BRAC-er’s non hanno potuto riprendere in mano le proprie carabine se non per manutenerle negli spazi limitati delle loro mura domestiche. La morsa, tuttavia, si sta lentamente allentando ed i veri appassionati non si sono tirati indietro. La nostra classica competizione annuale, anche se faticosamente, è ripartita e, sinceramente dato il particolare momento, noi organizzatori ci aspettavamo grande defezione da parte dei molti partecipanti che in passato si sono misurati tra loro dai banchi di tiro. Ed invece le iscrizioni alla fase Postal del Campionato di BR 25 stanno gradualmente crescendo. Abbiamo iniziato in pochi, è vero, GARA 1 ha visto impegnati soltanto una settantina di concorrenti ma già ad oggi, dopo nemmeno una decina di giorni dalla prima sessione Postal, il loro numero è salito oltre i cento e, qualche contatto per le vie brevi con i Coordinatori locali, fa ben sperare in un ulteriore concreto aumento dei partecipanti.

Mai come in questo particolare momento, lo slogan coniato, al riguardo, dal nostro Ente di affiliazione LIBERTAS ..“Lo Sport Ti Cura”.. sta rivelando prezioso….

Ed allora cari amici cerchiamo di ..”guarire”.. tutti assieme prima possibile !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...